• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 17 Ott 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Parole chiave
Stampa

Orto botanico Pania di Corfino


Il laghetto

L’ Orto Botanico della Pania di Corfino è stato istituito nel 1984 dalla Comunità Montana della Garfagnana con lo scopo di salvaguardare il patrimonio floristico dell’Appennino lucchese ed ha finalità educative, scientifiche e di conservazione. E’ incluso nel Parco Naturale dell’Orecchiella, là dove l’Amministrazione Forestale di dedica da anni alla coltivazione dei boschi, al ripopolamento animale e alla protezione della natura ed è dominato dalla massiccia mole della Pania di Corfino (vedi itinerario Ursea per la Pania di Corfino con partenza proprio dall’Orto Botanico): infatti il giardino botanico si trova proprio alla base della parete sud- ovest, in località Piè Magnano. Lo si può raggiungere comodamente con l’auto svoltando a destra lungo la strada che da Corfino porta al Centro Visitatori del Parco dell’Orecchiella oppure giungendovi a piedi con un percorso di circa 2 km. partendo dallo stesso Centro Visitatori del Parco dell’Orecchiella. Si trova a 1370 m, di altitudine ed è aperto tutti i giorni dal 25 giugno al 10 settembre mentre per le visite in altri giorni è meglio contattare prima la Comunità Montana (vedi numeri telefonici in fondo al servizio).


Orchidea

All’interno l’Orto Botanico è suddiviso in settori: flora dei boschi, flora dei pascoli, flora delle brughiere, flora delle torbiere, flora dei macereti e flora delle rupi, ognuno corrispondente ad un particolare paesaggio vegetale che contraddistingue l’ambiente naturale della Garfagnana appenninica. Appena entrati incontriamo sulla destra il laghetto e la torbiera, con le piante tipiche di questo ambiente (calta palustre, pennacchi, botton d’oro,ecc); proseguendo sul lato destro troviamo la brughiera, poi l’arboreto, la montagnola (con le piante tipiche delle rupi), il macereto, il semenzaio,ecc. Tra le specie vegetali più importanti dell’Orto Botanico citiamo la primula appenninica (dai fiori rosso – pallidi, sottoposta a tutela perché a rischio d’estinzione), la globularia delle Apuane (dai piccoli fiori azzurri e le foglie tondeggianti, vive nelle fessure delle rocce calcaree), la linaria purpurea (è la specie endemica che meglio rappresenta l’elemento autoctono della flora italiana), il ciliegio canino (tipico delle pietraie della Pania di Corfino) e la peonia selvatica ( per la sua eleganza e diffusione è stata presa a simbolo dell’Orto Botanico).


Lazona delle piante e delle rocce

N.B. Notizie tratte dal depliant che viene consegnato ai visitatori dell’Orto Botanico.
Numeri utili:
Orto Botanico della Pania di Corfino aperto tutti i giorni con visite guidate dal 25 giugno al 10 settembre. Nel restante periodo contattare preventivamente il responsabile geom. Fabio Lucchesi presso la Comunità Montana della Garfagnana ai n. 0583 / 65452 oppure 0583 / 658990
Ristoranti:
Panoramico Via Fondo la Terra, 1 Villa Colemandina 0583 / 660161
Nelli Romano Vi Corfino,1 Villa Collemandina 0583 / 660707
Villa delle Rose Piazza generale Enrico Tllini, 2 Villa Collemandina 0583 / 689922


Ciliegio fiorito


Un angolo dell'orto

Ultime dal Forum di AA

Cartina delle Alpi Apuane

carta-apuane_ticciati.jpg

Login Form

Foto Apuane

FREDDONEA02.jpg.jpg

Sostieni AlpiApuane.com

AlpiApuane.com è un portale che si avvale della collaborazione di volontari ed appassionati; non beneficia di contributi pubblici di nessun genere e viene gestito ed aggiornato esclusivamente con risorse private.

Mailing list

Iscriviti per conoscere subito tutte le novità di questo portale

REGISTRAZIONE